Apple blocca gli schermi degli iPhone riparati da altre da terze parti, anche se originali

Apple blocca gli schermi degli iPhone riparati da altre da terze parti, anche se originali

Purtroppo è vero, l’incubo di molti riparatori di iPhone non ufficiali è divenuto realtà, “Apple blocca tutti gli schermi degli iPhone riparati da terze parti, anche se originali”.
La notizia è molto recente e a portare questo blocco è la nuova versione di iOS 11.3, che se rileverà uno schermo non originale, andrà ad oscurarlo.
Apple aveva già provato a bloccare riparatori di iPhone non uffuciali ancora con la versione di iOS 11.1, riuscendoci in parte, ma la sua lotta contro riparatori di iPhone non ufficiali non è finita e ne abbiamo la conferma con l’avvento della versione di iOS 11.3.



Come riesce Apple a bloccare gli schermi degli iPhone riparati da terze parti e riconoscerli?

Dopo la sostituzione dello schermo dell’iPhone da parte di terzi, lo schermo non regola più automaticamente la luminosità poiché il processo che gestisce questa funzione viene bloccato dal firmware stesso dell’iPhone, cosa che non avviene se è un centro Apple a sostituirlo.
In questo modo Apple potrà riconoscere facilmente gli iPhone che prima di essere portati in centro assistenza, sono passati tra le mani di terzi, perdendo la garanzia di cui erano investiti.
Fortunatamente il blocco completo (schermo nero) sarà preoccupante solo per iPhone 8 e superiori ma, chissà se con i futuri aggiornamenti ci saranno rischi anche per le versioni precedenti, ove per ora viene solo disabilitata la gestione della luminosità.



Perché Apple ha messo questo blocco?

Apple vuole ostacolare i riparatori non ufficiali, esortandoli a non operare su iPhone o altri Apple device perché aprendoli, non solo ne invalidano la garanzia ma ne compromettono anche le funzionalità.



Ci sono state ritorsioni sul blocco degli schermi dell’iPhone riparato da terze parti?

Com’è facile intuire, ci sono state ritorsioni negative da ambo i lati, in primis l’utente medio che vuole evitare cifre esorbitanti per riparare il proprio iPhone, perché, mentre molti danno solo in garanzia, spesso e volentieri lo schermo non rientra tra queste e viene considerato danno accidentale. Le riparazioni Apple sono qualitative ma spesso costose e spesso richiedono appuntamento, rivolgendosi a terzi, ottenendo spesso la stessa qualità, si può pagare notevolmente meno e in tempi più celeri, anche con componenti originali. Dall’altro lato ci sono i riparatori vogliono far valere il diritto alla riparazione.
Apple è ovviamente contraria a tutto ciò ma chissà cosa ci riserverà il futuro, dovrà Apple fare un passo indietro o saranno utenti e riparatori terzi a doversi rassegnare? Continuate a seguirci e lo scopriremo assieme. 😉

 

Se il nostro articolo Apple blocca gli schermi degli iPhone riparati da altre da terze parti, anche se originali ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici, inoltre, se desideri non perdere le notizie e gli articoli di Newsie Tech t’invitiamo a iscriverti alla nostra newsletter e/o a seguirci sulle nostre pagine social.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The following GDPR rules must be read and accepted:
This form collects your name, email and content so that we can keep track of the comments placed on the website. For more info check our privacy policy where you will get more info on where, how and why we store your data.