Facebook pubblica gli standard interni per approvare o rimuovere i contenuti

Scandalo Facebook e Cambridge Analytica, Notizie Scandalo Facebook | Foto Newsie Tech

Da sempre Facebook applica censura o rimuove post, spesso per giusta motivazione, ma a volte a causa d’incomprensioni o di contenuti che possono essere o sembrare fuorvianti.



Gli standard adoperati finora da Facebook sono incomprensibili a molti, tant’è che in alcuni casi sembra siano quasi casuali, ad esempio nel 2013 la pagina di un museo è stata bloccata a causa della pubblicazione di una foto in bianco e nero di un nudo femminile parziale, mentre in molte bacheche possiamo vedere video e foto di un crudo indicibile, spesso riguardanti torture sugli animali o atti di bullismo, post che, anche se pubblicati per segnalare determinati individui, andrebbero censurati e non resi pubblici, andrebbero invece segnalati opportunamente alle forze dell’ordine. Già far così ridurrebbe certi comportamenti fatti proprio per essere messi in mostra e segnalandoli al mondo non si fa che accrescere la loro soddisfazione di persone Social, anche se in negativo. In più di un’occasione, anche a seguito di svariate segnalazioni delle utenze, Facebook ha modificato e aggiornato i propri standard ma ottenendo ben pochi risultati.



Tornando alla pubblicazione degli standard interni di Facebook per approvare o rimuovere i contenuti, Facebook comunica di aver compiuto un passo decisivo per la risoluzione di questi problemi, rendendo pubblici i suoi standard interni e validi a livello mondiale.

Gli Standard interni di Facebook sono accessibili dal seguente link https://www.facebook.com/communitystandards e saranno consultabili nella lingua che adoperate nel portale.



Leggendoli sarà possibile comprendere cosa si può pubblicare senza incorrere in violazioni, censure o rimozioni, in conformità a cosa ritenuto “accettabile” da Facebook e vengono evidenziati provvedimenti ad argomenti quali la pubblicazione di nudo se non artistico, di pedofilia, d’istigazione all’odio, alla violenza, al razzismo e molto altro che vi consiglio di leggere negli standard interni di Facebook dal link qui sopra.

Hi-tech Mind, Web Agency di Venezia e Mestre

Progettazione siti web a Mestre, Venezia, Treviso e Padova, oltre molti altri servizi inerenti come Posizionamento SEO, Web Marketing e UX Design.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The following GDPR rules must be read and accepted:
This form collects your name, email and content so that we can keep track of the comments placed on the website. For more info check our privacy policy where you will get more info on where, how and why we store your data.