GDPR, la nuova legge europea sulla privacy in vigore dal 25 maggio 2018

Una nuova legge europea per regolamentare gli App Store e i servizi di streaming musicale

Mi scuso per non aver pubblicato articoli da una settimana ma proprio a causa della GDPR, la nuova legge europea sulla privacy, in vigore dal 25 maggio 2018, ho avuto un bel po’ da fare.



Tornando all’articolo, dal 25 maggio 2018 è in vigore la GDPR, la General Data Protection Regulation, in parole più semplici, anche a causa dei recenti scandali che hanno visto coinvolti Facebook e Cambridge Analytica, una nuova legge sulla privacy online valida su tutto territorio europeo e che quindi va a incidere anche sui siti web del resto del mondo.

L’avvento di queste nuove regole burocratiche ha penalizzato non poco chi lavora con il Web perché, se non rispettate, possono portare multe fino a 20.000.000€ o al 4% del fatturato.



Nel periodo adiacente al 25 maggio 2018 le e-mail di mezza (tutta?) Europa sono state invase da informative dei vari siti web ai quali iscritti e richieste di consensi vari sulla privacy, quasi a livello SPAM, oltre che, chi si occupa di Web Design o Web Mastering è stato tempestato di richieste, anche all’ultimo, per mettere a norma di GDPR i Siti Web richiedenti. Insomma, è stato un passaggio radicale e travagliato per tutti, anche se mirato alla salvaguardia delle persone e alla totale tutela della loro privacy online.



Per le aziende i cambiamenti non saranno pochi e semplici script di richiesta consenso alla privacy, dovranno altresì avere un responsabile GDPR che dovrà vegliare sulle metodologie e sulla gestione dei dati degli utenti e dei clienti, in caso porvi rimedio prontamente.

L’utente finale invece sarà maggiormente tutelato in materia di privacy dei propri dati e potrà eliminarli da qualsiasi piattaforma Web a proprio piacimento, salvo la violazione da parte propria di altre leggi contrastanti.



Ovviamente la GDPR va ben oltre queste semplici formalità che sono solamente la punta dell’iceberg, quindi, se siete professionisti o aziende e non siete ancora a norma con la GDPR, affrettatevi, non rischiate multe salatissime inutilmente.

 

Se il nostro articolo GDPR, la nuova legge europea sulla privacy in vigore dal 25 maggio 2018 ti è piaciuto, condividilo con i tuoi amici, inoltre, se desideri non perdere le notizie e gli articoli di Newsie Tech t’invitiamo a iscriverti alla nostra newsletter e/o a seguirci sulle nostre pagine social.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *